La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » NAZIONALI SU PISTA A CASTELNOVO ‘NE MONTI 3° PARTE: VELOCISTI, MA NON SOLO…….

NAZIONALI SU PISTA A CASTELNOVO ‘NE MONTI 3° PARTE: VELOCISTI, MA NON SOLO…….

Concludiamo la rassegna di risultati provenienti dalle gare nazionali di Castelnovo ‘ne Monti con gli atleti Union che a titolo individuale hanno gareggiato nelle varie categorie; alcuni accompagnati dai genitori, altri, più cresciutelli arrivati in pista in autonomia.

Protagonista assoluto di questa rassegna è di sicuro Sebastiano Forlin che accompagnato dal papà ha partecipato a tre gare ottenendo ottimi risultati migliorando in tutte e tre le sue prove i record sociali, alcuni dei quali decisamente datati, portandosi a casa ben 2 medaglie; un argento ed un bronzo. Le premesse dell’ottimo stato di forma di Sebastiano si vedono subito dalle batterie dei 60 metri ragazzi del venerdi in cui il nostro atleta vince la sua batteria con un convincente 8”00 passando quindi in finale in cui tiene a bada gli avversari ed in 8”08 si aggiudica una bella medaglia d’argento: un ottimo biglietto da visita.

A seguire le serie dei 600 metri il sabato mattina in cui Sebastiano è inserito nella più quotata; partenza veloce con Sebastiano che guida il gruppo e quindi a 300 metri dalla fine la bagarre in cui il nostro portacolori cerca di resistere al ritorno degli avversari giungendo al quarto posto con un ottimo 1’44”23 che migliora di ben 5 secondi il record sociale da lui già detenuto.

Chiusura il sabato pomeriggio con il salto in lungo in cui Sebastiano aveva già ben figurato nelle gare primaverili. Purtroppo un vizio nelle procedure di accredito lo relega nella serie più debole, ma il buon Sebastiano non si scoraggia e con un balzo proprio all’ultimo salto a metri 4,74 si aggiudica un bellissimo bronzo a conclusione della sua positiva esperienza alle sue prime nazionali.

Battesimo nazionale anche per Benedetta Tecchio nella categoria cadette.

Per Benedetta stesso copione di Matteo con la prima gara di velocità in cui si aggiudica la sua batteria con un agevole 11”05 negli 80 metri.

La finale serale è decisamente più impegnativa, ma Benedetta non demorde e si migliora notevolmente e con il tempo di 10”68 è buona sesta.

Impegnativo il suo compito anche nei 300 metri con una pista ed un vento che non hanno certamente aiutato i velocisti resistenti; la sua è la serie migliore e Benedetta ce la mette tutta chiudendo con il tempo di 44”00 che anche in questo caso le vale la sesta posizione.

Una buona prima a cui sicuramente seguiranno altre partecipazioni.

Giunge a Castelnovo anche Sara Alba, allieva, che raccoglie paradossalmente più gloria nella specialità più inaspettata.

Da mezzofondista veloce Sara si presenta nei 1500 metri con buone credenziali, ma non riesce ad esprimersi al suo meglio e chiude la sua gara all’ottavo posto con il tempo di 5’38”44.

Smaltite le tensioni della pista si presenta nella pedana del salto in lungo in cui con una serie di salti costante coglie una inaspettata e per questo ancor più bella medaglia d’argento con la misura di metri 4,67 a davvero pochi centimetri dall’oro.

Nella categoria senior non poteva mancare il nostro Giulio Marchetto che nella giornata del sabato, nella categoria senior ha giocato le sue carte nel lancio del disco, sua specialità prediletta e nel getto del peso.

Per lui un settimo posto nel disco non dopo una velata ma giusta polemica con i giudici che con una pulizia accurata della pedana avrebbero permesso non solo a lui di ottenere magari risultati migliori; peccato perché raggiunta la finale a 10 Giulio le ha provate tutte ed infine si è piazzato al settimo posto con metri 27,49, ad un solo centimetro dalla sesta piazza; più difficile il compito nel getto del peso in cui non riesce a centrare la finale e si deve accontentare della nona posizione con metri 8,43.

Infine giunge a Castelnovo anche Cristiano Spiller che negli amatoriB era iscritto nelle gare deli 800 e 1500 metri.

Per lui una sfortunata trasferta perché si infortuna durante la gara deli 800 metri e quindi rinuncia anche alla partecipazione alla gara del giorno dopo; speriamo in una pronta guarigione ed un ritorno alla grande nella prossima stagione.

Le gare nazionali concludono così tutto il programma di un’intera stagione e già è alle porte il nuovo anno con già ottimi riscontri per quanto riguarda le nuove iscrizioni che confermano la bontà del movimento dell’atletica di Creazzo.