La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » NAZIONALI SU PISTA A BELLUNO: UN SUCCESSO -1-

NAZIONALI SU PISTA A BELLUNO: UN SUCCESSO -1-

1° Puntata
L’edizione numero 16 dei Campionati Nazionali Csi di atletica si è svolta a Belluno dal 5 all’8 Settembre scorsi.
Una edizione che ha lasciato il segno sotto vari aspetti: primo fra tutti quello della partecipazione, con circa 1.300 atleti al via nelle innumerevoli gare che si sono svolte all’interno dello stadio comunale ben allestito per l’occasione grazie all’ottimo lavoro dei volontari del comitato CSI di Belluno guidati dal comitato nazionale che davvero hanno messo in campo tutto il loro entusiasmo e capacità organizzativa per rendere il più possibile agevole e serena la trasferta a tutti i partecipanti.
Tantissime le cose positive da segnalare: partendo dall’area tecnica finalmente si è corso in una struttura dotata di campo di riscaldamento, un campo da calcio in sintetico adiacente allo stadio in cui gli atleti hanno potuto prepararsi al meglio per le proprie gare; quindi l’area pre-gara, sufficientemente ampia da garantire a tutti la possibilità non perdere il riscaldamento; l’entrata alla pista è sempre avvenuta con tempistiche che hanno permesso agli atleti di saggiare il terreno; e sicuramente l’assenza di tecnici e fotografi non ufficiali all’interno dell’impianto ha contribuito a creare minor confusione ed ha permesso ai giudici, per tre giorni sotto torchio, di fare la loro parte nel miglior modo possibile.
Ma non è finita qui. Buona anche la ristorazione con un grande capannone allestito su un’ala dell’impianto capace di ospitare qualche centinaio di persone; file che duravano al massimo qualche minuto e ragazzi, tutti riconoscibili grazie alle magliette verdi, che passavano velocemente a raccogliere e differenziare tutti i rifiuti e ad offrire il sorbetto, rigorosamente analcolico, oppure il gelato a ripetizione; ottima anche l’idea della distribuzione dell’acqua che non è stata consegnata alle società, ma gestita direttamente dall’organizzazione con un banchetto in cui si potevano trovare bottigliette di acqua sempre fresca, non fredda: una chicca!
E che dire dei parcheggi? A parte l’ampio parcheggio presso lo stadio, un altro grandissimo parcheggio era stato allestito all’interno del cortile, termine riduttivo perchè era davvero grande, dell’istituto salesiano Agosti, a un centinaio di metri in linea d’aria dal campo gara.
Ed il tempo meteorologico non è stato da meno, con un sole splendido anche se il tasso di umidità si è fatto sentire a dovere, soprattutto nella giornata del sabato, ma fortunatamente, con ben 2 tribune coperte, chi non voleva prendere la tintarella è sicuramente riuscito nell’intento.
Bella e gradita la presenza del Presidente nazionale Massimo Achini che ha accolto anche il Presidente della FIDAL Alfio Giomi a dimostrazione della forte volontà di collaborazione che le due associazioni, la prima dedita principalmente alla promozione sportiva, la seconda anima agonistica dell’atletica nazionale, intendono suggellare per gli anni a venire.
Tra l’altro il presidente Achini si è reso protagonista di un simpatico siparietto diventando per una volta starter di una gara, fatalità proprio la prima serie dei metri 60 ragazze in cui erano presenti le nostre ragazze Leila Cattani e Francesca Cracco……..ed i risultati sono stati omologati!!!!
Positiva anche la partecipazione degli atleti disabili a cui ogni anno vengono dedicate delle sessioni di gare, sempre emozionanti, capeggiati dall’atleta paralimpico e portabandiera azzurro alle paralimpiadi di Londra 2012 Oscar De Pellegrin che ha onorato il campo portando la bandiera anche a Belluno durante la cerimonia di apertura.
Insomma una bella festa dell’atletica con tanti atleti, tanti record, tante belle gare, tante persone da conoscere, come ha ricordato nella sua omelia della domenica Monsignor Albertini auspicando che alla fine di una manifestazione così grande una delle più belle vittorie è aver conosciuto almeno 3 persone nuove.
Ma l’atletica ha anche bisogno dei risultati, del sapore della competizione, della tensione della gara e della volontà di affermazione ed i risultati per l’Atletica Union Creazzo non sono mancati perché all’appello nazionale hanno risposto ben 24 atleti cha hanno contribuito alla conquista del 6° posto con la squadra maschile, del 17° con quella femminile e del 19° posto nella classifica combinata su ben 101 società iscritte alla manifestazione, un ottimo risultato che fornisce nuovo ossigeno e nuovo entusiasmo per il proseguimento del cammino della società.