La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » 6 IN PISTA DEI 40 ANNI

6 IN PISTA DEI 40 ANNI

La 6 in  pista è ormai un evento che ha creato una piccola tradizione a Creazzo.

Da oltre 10 anni la manifestazione che ha la caratteristica di essere a cadenza biennale, trascina al polisportivo comunale tanta gente più o meno esperta di atletica che si cimenta sulla pista in 8 minuti di corsa che sembrerebbero pochi, ma in realtà, se affrontanti con il giusto piglio rendono davvero pesanti le gambe e fanno venire un bel fiatone.

Ma la 6 in pista è divenuta anche un momento di festa in cui la gente lancia messaggi positivi, si veste in maniera simpatica, si organizza e coinvolge in massa la gli altri.

Tutto ciò è accaduto ancora una volta domenica 29 settembre, in una splendida giornata di sole, cosa strana in questa stagione anomala, per la gioia degli organizzatori e di tutti i partecipanti che porteranno a casa una altro bel ricordo dalla pista di Creazzo.

Iniziamo con un plauso agli organizzatori capitanati dal presidente Fabrizio Micheletto che per mesi hanno lavorato per preparare l’evento con qualche piccola variante con la mattinata dedicata a delle prove di specialità, in particolare salto in alto, salto in lungo, velocità, lancio del vortex, getto del peso ed un piccolo percorso attrezzato e proposte a tutti i giovanissimi, per la verità non molti, che si sono presentati al campo e che hanno così potuto provare a fare un po’ di atletica.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.00 ha preso il via la 6 in pista vera e propria, con 4 staffette a fare da apertura per poi continuare con altre 3 serie composte ognuna da 8 squadre che hanno animato la pista di atletica fino alle 18.00; animato è la parola giusta, perché oltre a squadre agguerrite sul piano fisico e capaci di risultati importanti abbiamo avuto davvero molte staffette che hanno creato momenti davvero simpatici a partire da quella composta dai bambini della scuola dell’infanzia della Parrocchia si Sant’Ulderico giunti in massa a al polisportivo e divisi in 6 gruppi capitanati tutti da dei Noè molto caratteristici; ma abbiamo anche avuto le galline in fuga, squadra composta tutta da signore vestite da gallina e quanto sudore dentro a quel costume! I componenti della FIDAS Creazzo, sempre presenti all’appuntamento, hanno animato la loro gara con un simpatico siparietto ad ogni frazione dedicato alla donazione del sangue, mentre i alcuni genitori della scuola San Giovanni Bosco, vestiti da scolari ed insegnanti, con il “prete” finale con la foto di San Giovanni Bosco, hanno simpaticamente rappresentato il luogo ove i loro figli vanno a studiare e molti altri ancora hanno reso divertente la loro performance.
Anche gli amici dell’Union Creazzo sono stati presenti, in particolare l’Atletica Trissino e la società di orienteering Erebus a dimostrazione della solidità dei legami che si creano fra sportivi.

Insomma una bella festa, condita nel finale dalle premiazioni e dal ricordo di chi per l’Union Creazzo è passato ed ha lasciato un piccolo segno come Cristina Bracco di cui il padre ha letto un bello scritto ed Emanuele Bedin e Luca Martin i cui genitori hanno compiuto sotto gli applausi del pubblico, un giro di pista durante l’ultima ora di gare.

Le premiazioni hanno visto sul podio la squadre più simpatiche, le più giovani, le meno giovani ed ovviamente anche quelle più performanti con la squadra dei Carbon Run Test capace di correre in tutto ben 14.900 metri, davanti agli Ursinidi con 13.700 metri ed agli atleti master dell’Union Creazzo chiamatisi per l’occasione Viva la Sfr con 13.500 metri.

Finale come da tradizione con la Pasta in Pista preparata dalla Pro Loco a degna conclusione di una giornata sportiva che ha segnato la fine dei festeggiamenti per i 40 anni di vita dell’Atletica Union Creazzo che conclude degnamente la propria stagione agonistica con un bel momento di festa e l’augurio per un futuro positivo.