La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » NOTIZIE DAL MONDO MASTER

NOTIZIE DAL MONDO MASTER

Venerdi 23 Febbraio ore 20.30. Si è appena conclusa ad Ancona la prima giornata dei campionati italiani Master con le gare dedicate alle prove multiple e ci pregiamo di segnalare le ottime prestazioni ottenute da un paio di atleti Union che con le maglie delle loro rispettive società FIDAL si sono messi in evidenza.

Partiamo con Cristiano Spiller (Vicenza Runners) che nel pentathlon della categoria SM40 ha ottenuto la medaglia di bronzo.
Per lui una partenza difficile con la gara dei 60 ostacoli davvero ostica che ha chiuso in 13″09 ottenendo solo 180 punti; poi un crescendo graduale con il salto in lungo chiuso con la misura di metri 4,50 e 363 punti, il getto del peso che con metri 8,33 gli è valso 442 punti, quindi il salto in alto con una piccola flessione visto che la misura di metri 1,45 gli è valsa 404 punti ed un leggero infortunio al ginocchio che non gli ha però impedito di giocarsi la sua carta migliore nei 1000 metri in cui ha brillato ottenendo l’ottimo tempo di 3’02″49 equivalenti a 724 punti per un totale di 2113 con i quali si può ora fregiare appunto della medaglia di bronzo.

Molto bene anche Enrico Sartori (Atletica Vicentina) che ha sudato le classiche sette camicie, ma alla fine ottiene un bronzo più che meritato visto che prima dell’ultima gara navigava in quinta posizione salvo poi sfoderare una prestazione eccellente nei 1000 metri che lo ha proiettato al terzo posto.

Per Enrico grandi risultati soprattutto nelle sue specialità di riferimento che sono i salti, ma sappiamo che sa esaltarsi quando la concorrenza è agguerrita.

Anche per lui una partenza in sordina con gli ostacoli chiusi in 11″59 e 444 punti, quindi una grandissima prestazione nel salto in lungo in cui con metri 5,62 ha ottenuto 695 punti; poi il getto del peso a metri 8,74 e 516 punti e l’esaltante salto in alto in cui con metri 1,66 ottiene 644 punti; a questo punto la quinta posizione era assicurata, ma Enrico ha saputo superarsi con un 1000 stratosferico chiuso in 3’10″99 e con 717 punti ha lasciato al palo gli avversari e si è portato a casa un bronzo importante.

Ora la grande festa con tutti i concorrenti che in una giornata intensa di gare hanno fatto amicizia rendendo il tutto ancor più speciale e quindi domani altre gare, quelle individuali, in cui speriamo che i nostri atleti sappiano ancora una volta sfoderare le loro grandi capacità.