La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » VITTORIA: SI!……….ANZI NO!

VITTORIA: SI!……….ANZI NO!

E’ di nuovo il Comune di Sarcedo ad ospitare l’inizio delle attività sportive della stagione 2017-2018 dell’atletica CSI vicentina e lo fa sotto un azzurro e trasparente cielo che accoglie i come sempre molti atleti accorsi al richiamo delle proprie società di appartenenza, ansiosi di ricominciare a correre sugli erbosi prati delle corse campestri.

E la Fattoria Sociale “La Costa” è il teatro di questa prima tappa della carovana del CSI, come del resto lo fu anche l’anno scorso, con un percorso decisamente impegnativo che soprattutto nella parte iniziale, grazie alle sue salite, ha messo a dura prova tutti i partecipanti che nella seconda parte del percorso, esclusi gli esordienti, si sono poi trovati una discesa in contropendenza ed un passaggio tra i vitigni prima dell’arrivo.

Infatti i tempi medi di percorrenza del percorso sono stati decisamente più lunghi delle altre campestri del circuito provinciale causando un discreto ritardo sulle partenze delle varie categorie già partite all’inizio, con il cross amatori, con un ritardo di una quindicina di minuti; ritardo amplificato anche dalla mancanza di elettricità prima della partenza della categoria ragazzi. Gli sforzi di giudici ed organizzatori sono comunque stati encomiabili e fortunatamente la soleggiata giornata ha sicuramente reso più sopportabile il tutto.

Molto bene la “prima” anche per gli atleti di Creazzo che hanno cominciato con il piglio giusto la stagione sportiva, con una tirata di orecchie agli atleti della categoria allievi sia al maschile che la femminile che non si sono presentati al via.

Tanto giusto era il piglio che alle premiazioni finali delle società veniva annunciata una bella vittoria della società creatina che galvanizzava gli animi di tutti; ma il sogno è presto svanito perché alla pubblicazione delle classifiche il giorno successivo, è ricomparso il nome del Dueville in prima posizione; qualche classifica è probabilmente restata latente: succede; del resto la prima campestre rappresenta anche un piccolo rodaggio per il meccanismo organizzativo che si deve nuovamente oliare.

I numeri sono chiari e vedono il Dueville condurre questa prima sessione con 1106 punti su Union Creazzo a 1039 e quindi il Valchiampo che conosciamo bene nella stagione invernale a 804 punti; staccati poi gli altri con il Colli Berici a guidare il gruppetto degli inseguitori con 592 punti.

Per quanto riguarda i risultati individuali da segnalare l’exploit delle sorelle Sara e Michela Zerbinati che sbaragliano la concorrenza nel cross femminile, la prima nella categoria amatori A e la seconda, fresca di passaggio nelle amatori B, non è da meno. L’altra vittoria di giornata è opera di un superlativo Cristiano Spiller che vince il cross corto master con una gara autoritaria con gli attacchi piazzati nei momenti giusti.

Gli altri podi provengono dalla categoria junior femminile con Caterina Urbani ed Alessia Grignolo che approfiottano della prima campestre per mettere in carnet il cross lungo in vista della nazionali e fanno bene visto che si piazzano rispettivamente seconda e terza; il risultato che non ti aspetti arriva invece dalla categoria ragazze in cui una sorprendente Angelica Maran, alla prima gara in assoluto con la maglia Union conquista un bel terzo posto a pochissimi secondi dalla prima classificata in una gara tiratissima.

Da segnalare anche la bella performance dei fratelli Pietro e Giovanni Stimamiglio nella categoria ragazzi rispettivamente quinto e settimo e quella di Alex Mazzi nel cross lungo amatori A che per il momento si deve accontentare del quarto posto in una gara condotta con la sua solita grinta.

Per il resto da segnalare la buona partecipazione delle categorie giovanili che sono davvero un ottimo serbatoio di punti insieme alla categoria amatori B ed anche la prima assoluta in casa Union di una campestre disputata da una veterana, ovvero Irene Pangrazi che così completa un vuoto che aveva da sempre caratterizzato la società creatina che ora può davvero dire di avere i ranghi completi.

Appuntamento a Fontaniva il 3 dicembre con qualche rinforzo di qualità che sarà di sicuro aiuto nel colmare il distacco, esiguo per ora dai duevillesi.