La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » NELLA TANA DEL LUPO

NELLA TANA DEL LUPO

Le campestri regionali che si svolgono nella Provincia di Belluno sono davvero una bella sfida; la qualità dei partecipanti della zona è davvero alta in tutte le categorie e si ha l’opportunità di assistere a delle gare davvero combattute. A chi non è della zona restano quasi le briciole, basta spulciare le classifiche e si nota subito che nelle prime 10 posizioni della generale, solamente 2 società non appartengono al comitato di Belluno e guarda caso sono la Polisportiva Dueville buona seconda e l’Atletica Union Creazzo che conquista un onorevole nono posto.

Il resto è targato Belluno con il G.S. Castionese a dominare in lungo ed in largo con lo stratosferico punteggio di 1183 punti che per un prova regionale è davvero importante; Dueville segue a soli, si fa per dire, 660 punti, mentre Creazzo a 331 può solo che applaudire.

Da segnalare comunque tra le prime 20 società classificate la quasi totale assenza delle società di Treviso e Padova con un solo team a testa a rappresentarle, mentre risultano non pervenuti gli altri comitati eccettuato appunto quello di Vicenza presente non solo con Creazzo e Dueville, ma anche con Valchiampo, Caldogno, Leonicena, Colli Berici e Montecchio Precalcino.

Insomma una vera e propria cavalcata vincente delle bellunesi che però nelle prove fuori provincia subiscono la rimonta perentoria da parte delle altre compagini, per non parlare poi della pista ove sono quasi del tutto assenti s e non nelle prove organizzate in “casa”.

A differenza, le squadre vicentine sono molto più costanti nella presenza sia nelle campestri che in pista ed i risultati anche a livello nazionale sono la chiara dimostrazione del buon lavoro che viene fatto dalle rispettive dirigenze.

Intanto restano i risultati di Nemeggio, località vicina a Feltre, che nella mattinata di domenica 27 Novembre ha ospitato quasi un migliaio di atleti di tutte le età; un bello spettacolo con partenze affollate in un percorso quasi completamente pianeggiante con curve ampie su un terreno soffice ma non fangoso e pertanto per nulla difficile, eccettuata la zona di arrivo con un brevissimo rettilineo finale che ha costretto molti atleti a lanciare delle volate lunghe che hanno reso ancor più spettacolari le gare.

Union Creazzo presente all’appello con una cinquantina di atleti che sono quasi tutti partiti con il pullman organizzato dalla società che alle 7.00 del mattino ha lasciato il polisportivo comunale con al seguito anche alcuni genitori che hanno prestato un prezioso servizio durante le gare distribuendo i generi alimentari e gestendo la raccolta di numeri e chip di cui erano dotati tutti i concorrenti.

Difficile conquistare il podio in una manifestazione regionale con tanti bellunesi, ma l’impresa è riuscita alla nostra impavida Lucrezia Palma nelle junior che ha condotto una buona gara con una progressione finale che le ha consentito di agguantare un più che gradito argento. Molto bene anche il papà di Lucrezia, Francesco, che nei veterani fa valere l’età, lui bel giovanotto fresco di passaggio di categoria e le innate doti atletiche portando a casa un quarto posto prestigioso visto il lotto dei partecipanti.

Importante per il morale ed altrettanto prestigioso il sesto posto di Anita Francis nelle cadette che tiene il gruppetto di testa a tiro ed a denti stretti in un finale concitato può sicuramente essere soddisfatta della propria prestazione.

A seguire due settime piazze, la prima appannaggio di Sara Zerbinati nelle amatori A che come sempre seguita da tutta la famiglia non perde un colpo nel far valere la sua falcata e quindi Fabrizio Micheletto negli amatori B, “invecchiato” a forza dai regolamenti nazionali, chè se fosse restato nella categoria amatori A avrebbe ottenuto la vittoria e questo la dice lunga sulla qualità della gara a cui ha partecipato.

Prima di Natale un altro cross provinciale attende gli atleti creatini che a Fontaniva l’11 Dicembre proveranno per l’ennesima volta a guadagnare il gradino più alto del podio che manca ormai da troppo tempo.

 

Comments are closed.