La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » 6 IN PISTA ALLA FESTA DELLO SPORT

6 IN PISTA ALLA FESTA DELLO SPORT

DSC_0529Una splendida giornata di sole ha salutato l’ottava edizione della 6 in Pista, tradizionale manifestazione biennale organizzata dall’Atletica Union Creazzo e quest’anno inserita fra le tante e belle attività che hanno animato la maratona di due giorni, 24 e 25 Settembre, della Festa dello Sport e delle Associazioni di Creazzo, appuntamento oramai consolidato creato e voluto dall’Amministrazione Comunale per promuovere e dare lustro alle tante e positive associazioni sportive, sociali e culturali del paese.

Un’abbinata vincente che sulle prime è partita a ritmo compassato, ma in un entusiasmante crescendo ha visto non solo un ottimo numero di staffette presentarsi alla partenza delle ultime due tornate di gara, ma anche molto pubblico, accorso per partecipare alla festa sportiva grazie anche alla presenza dello Skate con un contest dedicato agli under 16, del Tennis, con un torneo aperto ai giovani e dell’originale attività della pigiatura dell’uva, attrattiva di stagione molto apprezzata.

La tradizionale formula della 6 in pista vede cimentarsi in 48 minuti sei frazionisti che in otto minuti di corsa a testa devono percorrere il maggior numero di giri della pista di atletica il cui anello più interno come ben sappiamo misura 400 metri; nel tempo la formula di gara si è evoluta permettendo ad un atleta di percorrere più frazioni purchè non consecutive; una bella sfida che è stata raccolta da più di una squadra con risultati anche sorprendenti come ad esempio la staffetta CattaPalma, formata solo da 2 atleti, al secolo Massimiliano Cattani e Francesco Palma, che alternandosi nelle frazioni sono riusciti ad agguantare un davvero inaspettato terzo posto assoluto.

Ma non sono mancate come al solito le staffette dei giovani, anche giovanissimi che hanno animato in particolare la seconda ora di gare, come staffette formate da compagni di lavoro oppure da componenti di associazioni del territorio come La Città della Speranza, quella dei donatori della Fidas ed Aido ed il Gas di Creazzo ed ancora staffette di amici o di persone che in vero spirito di collaborazione si sono composte al momento, per finire con le staffette organizzate apposta per vincere il premio simpatia come quella dei Flinstones, con i giovani atleti tutti travestiti come all’età della pietra; insomma una vera e propria festa popolare che non ha visto in campo unicamente atleti, ma anche i normalissimi cittadini ancora una volta attratti dalla semplice, ma efficace formula di gara.

Ad onorare l’ottava edizione della 6 in Pista anche l’intera Giunta Comunale che si è cimentata al pari degli altri con la pista, bell’esempio di partecipazione e di condivisione della festa.

Infine non sono mancate le staffette competitive come i Carbonara Dafne Schippers formata da alcuni atleti della Valchiampo che come al solito hanno onorato l’impegno sportivo fornendo una prestazione di alto livello che li ha portati con i 14.550 metri percorsi, vicini al record della manifestazione.

Buoni come detto i numeri del sabato in pista con ben 27 staffette iscritte alle 4 tornate di gare per un totale di ben 266.300 metri percorsi, un bel viaggetto.

Commovente poi l’ultima frazione da 8 minuti della serie finale con i familiari di Emanuele Bedin e Luca Martin, indimenticati giovani atleti Union a cui sempre l’associazione rivolge un ricordo durante la 6 in pista, che hanno corso insieme ai corridori, sulle corsie esterne, a testimonianza del sempre vivo pensiero nei confronti di questi ragazzi che ci hanno lasciati troppo presto.

A seguire le premiazioni con tanti e ricchi premi non solo per i più bravi, ma come accennato in precedenza anche per i più simpatici e giovani.

E quindi a fianco dei Carbonara Dafne Schippers vincenti con 14.550 metri, gli Innominabili, rappresentanti di qualità dell’Atletica Union capitanati dal presidente Fabrizio Micheletto in compagnia della alte sfere della dirigenza Union fra cui Alex Mazzi neo felice papà e Diego Melison per citarne alcuni, con 12.820 metri, seguiti dai sopra citati CattaPalma con 12.800 metri.

La staffetta femminile più forte è stata quella della Città della Speranza composta principalmente da atlete Union con 10.600 metri, quindi a premio la staffetta più “esperta”, niente popò di meno che la Giunta Comunale che con 6.150 metri ha anche chiuso la classifica; i più originali fra i giovani sono stati I Flinstones, già citati in precedenza, con 9.300 metri, mentre fra gli adulti le più simpatiche sono state le Mamme che Tien Botta, schiera di mamme di atleti che durante lla gara si sono portate appresso gli attrezzi dei lanci riuscendo a percorrere 8.000 metri, mentre fra i giovanissimi a vincere sono stati i Giaguari con 8.150 metri, mentre i Fulmini con 6.550 metri sono stati premiati come la staffetta più giovane in assoluto e vederli correre con l’aiuto in alcuni casi dei genitori è stato davvero simpatico.

Un grazie a sponsor e volontari che hanno instancabilmente lavorato per creare la giusta atmosfera e per confermare la bontà e la bellezza dell’evento che negli anni si è consolidato, ma necessita sempre di nuovi incentivi per poter così restare a lungo inserito nel carnet delle manifestazioni che si svolgono a Creazzo.

I risultati completi si trovano alla seguente pagina del sito www.atleticaunioncreazzo.it: http://www.atleticaunioncreazzo.it/?page_id=11882

Comments are closed.