La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » NAZIONALI SU PISTA A ROVERETO 2° PUNTATA: MEDAGLIE MEDAGLIE MEDAGLIE, RECORD RECORD RECORD

NAZIONALI SU PISTA A ROVERETO 2° PUNTATA: MEDAGLIE MEDAGLIE MEDAGLIE, RECORD RECORD RECORD

Dalle gare nazionali di Rovereto gli atleti di Creazzo tornano con ben 20 medaglie di cui 4 ori, 8 argenti e 8 bronzi: un bel bottino che pone la società creatina al 19° posto nel medagliere della manifestazione; una buona posizione ed un notevole miglioramento rispetto allo scorso anno in cui gli ori furono solamente 1.

Oltre alle medaglie anche delle ottime prestazioni che non hanno conseguito un podio, ma che sono di sicuro valore, non solo perché hanno migliorato il record sociale, ma anche e soprattutto perché ottenute di fronte ad una concorrenza di altissimo livello.

E cominciamo dagli ori che hanno visto come protagonista Lucrezia Palma nella categoria allieve che finalmente trova la doppietta 800 e 1500 metri dopo l’esclusione proprio nei 1500 metri per un vizio di forma avvenuto l’anno scorso; una bella rivincita con due gare quasi fotocopia con la nostra atleta capace di un finale lungo, travolgente ed emozionante e tempi di tutti rispetto; negli 800 metri una volatona di 300 metri le consegna il gradino più alto del podio in 2’22”68, mentre nei 1500 metri, in cui da brava stratega ha controllato e quindi dominato la gara sempre con la sua lunga volata, il tempo di 5’03”49 le vale il secondo oro.

Altro oro quello del giovane Andrea Mietto che fa valere il suo ottimo stile di gara nella marcia della categoria cadetti ed in 10’31”34, che rappresenta anche il nuovo record sociale, si aggiudica la gara in solitaria, unica medaglia Union nelle categorie giovanili.

Ultimo oro quello di Enrico Sartori nel salto in alto Amatori A in una gara entusiasmante in cui il nostro portacolori ha saputo con grande grinta sbarazzarsi di un ostico avversario che fino alla misura ragguardevole di metri 1,62 gli ha tenuto testa. La misura di metri 1,64 rappresenta per Enrico una prestazione di assoluto livello, ad un solo centimetro dal record sociale ed è frutto, come da lui stesso dichiarato dello stimolo offerto dagli avversari che non gli hanno lasciato respiro e sappiamo bene quanta grinta il nostra atleta sa tirar fuori nei momenti giusti.

Per Enrico anche uno splendido bronzo nel giavellotto, scagliato a metri 34,16 segno di grande forma e preludio poi dell’exploit nell’alto.

Brilla d’argento e di bronzo Rebecca Lonedo alle sue ultime apparizioni con la maglia dell’Union Creazzo; un degno saluto alla società che l’ha accolta fin da piccola e l’ha vista crescere in esperienza e prestazioni ed ora le augura grandi fortune nella sua nuova società; nel frattempo ci lascia con 2 record sociali, il primo nei 3000 metri senior corsi in 10’04”54 che le ha fruttato un bell’argento ed il secondo nei 1500 metri corsi in 4’42”42 che le vale il bronzo; buona poi la frazione della 4×400 assoluta, il suo canto del cigno, accolto con grandissimo tifo da parte di tutti i compagni di squadra infervorati dal bel recupero di posizioni realizzato.

Tra le senior non manca all’appello Elisabetta Maran che imita pari pari Rebecca Lonedo e conquista l’argento nel salto in alto con metri 1,40 ed il bronzo nei 100 metri in 14”38; peccato per i quarti posti nel salto in lungo con metri 4,42, ma soprattutto nei 200 metri corsi in 30”30 e dai quali la nostra atleta ed allenatrice si aspettava probabilmente qualcosa di più visto l’impegno profuso negli allenamenti estivi; mai perdersi d’animo; ci saranno altre occasioni!

Apriamo ora un piccolo capitolo dedicato alle atlete della categoria Amatori B, in particolare Nadia Gaspari e Dina Bevilacqua che si sono cimentate con risultati sorprendenti nelle varie specialità con l’apice nel salto in lungo in cui entrambe hanno raggiunto il podio; finalmente premiate per il loro impegno e costanza negli allenamenti possono sicuramente rappresentare un valido esempio di come il vedere i figli partecipare alle gare abbia stimolato i genitori nell’intraprendere la via dell’atletica rendendosi così protagonisti, ma soprattutto esempio e gioia per i figli, orgogliosi di vedere i propri genitori affrontare senza paura le sfide delle corse, dei salti e dei lanci.

La doppietta argento/bronzo del salto in lungo vale per Dina l’argento con il nuovo record sociale di metri 3,62 ed il bronzo per Nadia com metri 3,54; quindi ancora record ed argento per Nadia nel disco, scagliato a metri 20,26 e nel peso con metri 8,63 e quindi ben 3 medaglie per la nostra posrtacolori alla sua prima partecipazione ai campionati nazionali…….non male!

Continuando con il numero 3 troviamo presente all’appello anche Massimiliano Cattani negli Amatori B che ormai di medaglie ne ha conquistate una moltitudine e le tre di questa tornata portano a 26 il numero di allori ottenuti in 11 anni di partecipazioni alle gare nazionali di cui 14 ori; per Massimiliano 2 argenti nei 100 metri corsi in 12”69 nella batterie ed in 12”85 nella finale e nei 200 metri in cui realizza il tempo di 26”51; nei 400 metri, la sua specialità prediletta si deve accontantare del bronzo in 57”79 a soli 9 centesimi dal secondo posto.

Ancora medaglie per Francesco Palma, intramontabile se si pensa che all’ultimo anno nella categoria Amatori B riesce a conquistare un bellissimo bronzo negli 800 metri in una gara tirata ed in cui ha saputo come sempre tirar fuori la grinta negli ultimi metri per agguantare il risultato.

Il tempo di 2’13”59 è ottimo biglietto da visita per la categoria veterani che lo attende il prossimo anno e nella quale molti avranno da temerlo.

Anche Sergio Capozzi non è da meno di Francesco; anche lui all’ultimo anno nella categoria Amatori B ha quasi toccato la medaglia d’oro nel salto in lungo, sfuggitagli all’ultimo salto in cui purtroppo è stato scalzato, ma con mentri 5,25 può essere ben soddisfatto e presentarsi fra i veterani come assoluto protagonista: ottimo argento.

Bronzo per Nicola Bocconcello nei 1500 metri junior in 4’30”35 che è anche il nuovo record sociale; bellissima la sua gara con una rimonta finale che aveva instillato in tutti la convinzione che avrebbe vinto la classifica, ma purtroppo la seconda serie ha avuto 2 atleti che lo hanno superato; grazie Nicola per il “sacrificio” a coprire la 4×100, non certo la sua specialità, ma come si dice: “di necessità virtù”!

Chiudiamo il medagliere con Raffaello Mortini, atleta lombardo che per amicizia si è accasato con l’Union Creazzo e che ha dato il suo valido contributo alla causa con una gara degli 800 metri Amatori A tiratissima ed in cui ha saputo conquistare un ottimo bronzo nel tempo di 2’08”63.

Altri risultati degni di nota sono il quarto posto della staffetta 4×100 giovanile femminile composta da Rebecca Ghezzo, atleta con una partenza incredibile, quindi Anita Francis, mezzofondista con grandissima grinta, Leila Cattani che in curva è fenomenale e Chiara Munari degna finalizzatrice. Il tempo di 54”61 realizzato dalle nostre portacolori rappresenta il nuovo record sociale, ma anche l’ennesimo quarto posto dopo quello ottenuto anche lo scorso anno e su questo tema le ragazze sono prontissime a sfatare il mito.

Ancora record nel giavellotto cadette per Leila Cattani capace di scagliare l’attrezzo a metri 24,80 all’ultimo lancio che le vale la decima posizione, ma soprattutto tanta soddisfazione; per Leila record sociale anche nei 300 metri corsi in 45”54 in una serie vinta correndo in ottava corsia salutando così degnamente la categoria visto che il prossimo anno gareggerà nelle allieve.

 

 

 

 

Comments are closed.