La Vostra Richiesta è stata correttamente inviata. Attendete conferma via mail

Inviate Richiesta Iscrizione - Inserire E-Mail

Chiudi
Home » Articoli Gare » LA FINE DEL GIOCO

LA FINE DEL GIOCO

Chiude i battenti il campionato provinciale CSI di atletica su pista e lo fa nel segno del Colli Berici, capace dell’ennesima importante impresa sportiva con i tanti suoi giovani davvero bravi; a Tezze sul Brenta il 26 Giugno la compagine guidata dall’intramontabile Carlo Cocco con 1448 punti mette in riga Dueville e Creazzo che si dividono il podio con pochissimi punti di differenza, 1280 a 1243.

Nulla cambia invece nella classifica combinata ove il Dueville, forte dell’abissale vantaggio acquisito nella fase invernale domina incontrastato e si aggiudica l’ennesimo titolo provinciale, con l’UnionCreazzo che comunque non è stata a guardare e conclude al secondo posto con un altrettanto abissale vantaggio sul Colli Berici che grazie alla splendida stagione in pista ha recuperato posizioni issandosi ad un ottimo terzo posto.

La conclusiva giornata di Tezze ha riservato comunque delle belle soddisfazioni anche a livello individuale per gli atleti di Creazzo, soprattutto le femmine, protagoniste oltre che di ottimi piazzamenti, anche di miglioramenti a go go dei record sociali, alcuni davvero datati confermando la vivacità del movimento atletico e rinforzando la convinzione che l’utlima sfida regionale prevista per il 3 Luglio a Ponzano Veneto e la fase nazionale di Rovereto nel secondo fine settimana di settembre potrebbero portare in saccoccia ulteriori soddisfazioni al presidente Fabrizio Micheletto, primo fra tutti a spronare atleti e dirigenti per il conseguimento di quei risultati sportivi che l’Atletica Union Creazzo ha nelle provie vene.

Bella giornata quella di Tezze con una partecipazione leggermente al di sotto degli standard, ma teniamo conto che l’estate appena cominciata e le scuole finite hanno sicuramente inciso in questo frangente.

Per quanto riguarda le gare registriamo subito il dominio di Creazzo nel mezzofondo con la prima gara dei 5000 metri che ha visto le vittorie dei creatini nelle categoria junior con Chepil Artem capace di 17’41”0 e primo record sociale di giornata; a fare compagnia ad Artem ci pensa Edgardo Confessa negli amatori A con 17’28”3, ma tutto il podio è targato Union grazie a Fabrizio Micheletto, secondo in 17’32”4 ed Alex Mazzi terzo in 18’04”7; a completare la festa delle vittorie ci pensa Francesco Palma negli amatori B con 18’44”7.

Anche tra i giovani mezzofondisti si fa festa, in particolare con Alberto Verza buon secondo nei metri 1000 ragazzi i 3’17”2, poi le cadette con l’ottima Anita Francis, seconda in 3’28”2; nei 1500 allievi dominio incontrastato di Creazzo sia al maschile che al femminile con Sean Rampazzo vincente in 4’40”5 con Federico Dal Fossà terzo in 4’49”3 e Lucrezia Palma tra le allieve sempre prima in 5’19”3: davvero un successone il mezzofondo!

Nei 400 metri amatori A e B al femminile registriamo altri due secondi posti ad opera di Sara Zerbinati nelle A con 1’09”5 e Dina Bevilacqua nelle B che migliora il già suo record sociale con il tempo di 1’24”8.

Nella velocità pura, a cominciare dai 60 metri ragazze, grande exploit dell’accoppiata Rebecca Ghezzo ed Annie Capitanio che si piazzano al terzo e quarto posto con gli ottimi tempi di 8”5, nuovo record sociale ed 8”6; nelle Cadette Leila Cattani ritrova la forma smagliante con il secondo posto in 10”8 e quindi i 100 metri junior e senior sempre femminile con Beatrice Marani ed Eleonora Magrin prima e seconda in 13”7 e 17”9 ed Elisabetta Maran che dopo alcuni anni realizza un tempo sub 14” e con 13”7, che migliora il record sociale, si piazza terza.

Bene anche i lanci a cominciare dal giavellotto in cui tra le junior l’accoppiata Beatrice Marani e Eleonora Magrin lascia nuovamente il segno con l’argento ed il bronzo e le rispettive misure di metri 10,96 e 9,39; molto bene Enrico Sartori negli amatori A che vince di misura, ma vince con metri 29,97; quindi il getto del peso in cui si cimenta nei senior l’allenatore Nicola Cosaro che coglie il terzo posto con metri 8,61.

Ancora podi dal disco con Dina Bevilacqua nelle amatori B seconda con metri 12,83 imitata da Sara Zerbinati nelle amatori A con metri 13,69; quindi Davide Neffat negli allievi che giunge terzo con metri 24,96, per chiudere con Leila Cattani che nelle cadette agguanta il bronzo con metri 16,91.

Nei salti buone cose dai piccoli esordienti che vedono Francesco De Cao secondo tra i maschi con metri 1,05 passando per gli allievi con Davide Neffat terzo con metri 1,50, concludendo con Caterina Urbani nelle allieve terza con 1,46.

Nel salto in lungo buon argento per Giovanni Giacomazzi nei veterani con metri 3,79 e Marco Neffat negli amatori B con 4,78 con il giovane allievo Michele Sartori sempre secondo nel triplo allievi con metri 11,05.

Come al solito la conclusione della manifestazione è affidata alle staffette, spettacolari e fonte di grande tifo sia dagli spalti che in pista ed in questo frangente gli atleti Union non si sono risparmiati a partire dai giovanissimi esordienti della 4×200 formata da De Cao Diletta e Francesco, con Sarah Abdella e Sara Alba che si piazzano buoni terzi nel tempo di 2’29”4; quindi la svedese giovanile femminile che in una lotta serrata si piazza al secondo posto con il tempo di 2’37”9 mentre tra i pari età maschi registriamo il terzo posto della compagine formata da Andrea Campagnolo, Alberto Verza, Luca Massignani e Luca Campagnolo nel tempo di 2’30”1.

Ed ora resta la regionale di Ponzano Veneto in cui ne vedremo delle belle visto che il Colli Berici quest’anno è davvero agguerrito ed i soli 6 punti che ha di vantaggio nei confronti dell’Union Creazzo sono sicuro segnale di grande spettacolo a cui assisteremo tifando ovviamente per i nostri colori.

 

 

Comments are closed.